Il filo dello Yoga

Lo Yoga, un rituale sacro, un dialogo tra sé e sé, una danza leggera, attraverso il corpo, al ritmo del respiro, verso la meditazione, dalla periferia al centro, dove, il testimone osserva, senza giudizio, semplicemente restando, in ascolto del proprio silenzio. Qui, ora 💜

preview-49.png

Amo lo yoga, pratico da quasi 20 anni e lo insegno. Lo studio e continuo ad essere affascinato da quanto sia capace di arricchire le vite delle persone che lo praticano. Lo yoga spesso mi ha sostenuto e mi ha aiutato mantenere un equilibrio nei momenti difficili, è stato come una coperta che mi ha scaldato e protetto dal freddo e dal maltempo 😊

Lo Yoga è un percorso di ricerca e crescita personale, lo scopo non é piegarsi in due o diventare più buoni ma attivare processi di conoscenza e consapevolezza di sé per imparare a stare con le nostre emozioni e non lasciarci condizionare dai pensieri e dal turbinio della mente. Tornare a noi, attraverso il corpo, al ritmo lento del respiro verso la meditazione.

IMG_20181109_095515_361.jpg

Iniziamo le pratiche con un rilassamento guidato iniziale per poi inoltrarci attraverso movimenti semplici al ritmo del respiro verso spazi di ascolto nella quiete verso l’immobilità del corpo e del respiro la mente rallenta e non si disperde 😊

Si pratica ad occhi chiusi, in ascolto di sé, del proprio corpo e del respiro.

Attraverso le âsana (le posture dello Yoga) si impara a sentire il proprio corpo, a muoverlo con attenzione e a rispettarlo. In un atteggiamento non competitivo o di scontro verso i limiti che ogni corpo può avere. In quest’ottica le asana non sono forme da copiare, tecniche da apprendere ma un’opportunità per sentirsi. Occorre imparare ad essere in grado di sentire e riconoscere ciò che occorre, ciò di cui abbiamo bisogno in ogni momento.

Attraverso una sequenza di sapienti posizioni si cerca di sciogliere le tensioni, di riportare il corpo al suo ritmo naturalmente lento. Il ritmo più lento induce ad uno stato di rilassamento che calma il respiro. Attraverso la calma del respiro si può rallentare l’attività vorticosa della mente, che tende naturalmente alla dispersione, rendendola capace di attenzione. La pratica termina con un rilassamento e una meditazione guidata attraverso pratiche di ascolto e presenza mentale…

20181031_144234.jpg

Le lezioni sono aperte a chiunque sia interessato a comprendere ciò che la pratica dello Yoga e della Meditazione è nella sua tradizione più profonda. 

Perché praticare lo yoga?

Praticheremo per trasformare uno stato di dispersione in uno stato di equilibrio e di concentrazione interiore e liberarci dai nostri condizionamenti. Lo stato di dispersione nel quale viviamo è all’origine delle nostre sofferenze. Lo stato di equilibrio opererà in noi un cambiamento profondo.